Lo scopo della serra Food Sense è mettere in mostra, nel pieno centro di Milano, un sistema di coltivazione in ambiente controllato (o CEA – Controlled Environment Agricolture). Questa serra resterà installata per il 2020 ad uso dimostrativo e didattico con programmi ad hoc dedicati alle scuole primarie di I° e secondarie di I°.

Verranno effettuati diversi tipi di coltivazione partendo da basilico, rucola, insalatina e alcuni fiori commestibili. Aggiorneremo il sito con le tempistiche, le coltivazioni in ‘campo’ ed i risultati.

Galleria ultima settimana

Automazione

La serra è automatizzata grazie al sistema Arduino, una piattaforma hardware/software opensource.
Grazie all’automazione gestisce i ritmi di luce, il flusso dell’acqua e tiene sotto controllo la crescita delle piante, valori di temperatura, umidità, livello dell’acqua, conducibilità, pH e di qualità dell’aria.

I componenti

• temperatura e umidità (DHT11)
• livello dell’acqua
• temperatura dell’acqua
• light sensor
• pH
• conducibilità
• CO2, TVOC (CCS811)
• sonar

Idroponica

dal greco “idros” (acqua) e “ponos” (lavoro); letteralmente: “acqua che lavora”, prime tracce nei giardini di Babilonia e impiegata dagli aztechi.
La tecnica si sviluppa oggi in risposta alla ricerca di sistemi di coltivazione più sostenibili, grazie a sistemi di automazione e computerizzazione.

Vertical farming

eng. Agricoltura Verticale. Coltivazione di specie vegetali a scopo alimentare attraverso sistemi di produzione agricola che sfrutta l’altezza e coltiva fuori suolo in ambienti (anche interi palazzi) interamente chiusi in cui acqua, luce e temperatura sono controllati.
L’agricoltura verticale fa parte di pratiche di agricoltura urbana.

I vantaggi

Programma luci