Cibo e città. Per lungo tempo la produzione alimentare è stata considerata al di fuori della sfera di competenza delle città, principalmente perché il cibo viene normalmente prodotto fuori dai confini della città. Da diversi anni vi è un crescente riconoscimento di un nuovo ruolo della città non solo nella fondamentale prevenzione allo spreco e nella gestione dei rifiuti ma in un più ampio, e complesso, sviluppo di sistemi alimentari sostenibili.

Nella presa di coscienza che più del 50% della popolazione mondiale vive oggi in contesti urbani e nella previsione che entro il 2050 aumenterà all’80%, l’urgenza di considerare la città nelle dinamiche della produzione alimentare sana e sicura
La riscoperta dell’urban farming, dell’idroponica, dell’indoor farming e vertical farming è dovuta agli obiettivi insiti in ciascuna di queste dinamiche e metodologie proponendo, involontariamente e non, interessanti risposte ad alcune di queste sfide. All’incontro Food Sense si intende trovare il link tra ricerca, pratiche ( di comunità e in business models) e policy legate al tema.

Quando:
giovedì 12 Dicembre

A che ora:
18 – 20

Dove:
Fondazione Eni Enrico Mattei, c.so Magenta 63, Milano

Come:
90 minuti in cui interverranno 6 esperti che porteranno ciascuno un punto di vista differente. A seguire un aperitivo per continuare l’esplorazione ed il confronto.

Ingresso:
gratuito previa iscrizione tramite questo form

Perché:
per stimolare con nuovi spunti ed approcci la conversazione nella connessione tra cibo, tecnologia e città sostenibili FEEM inaugurerà con questo evento la serra idroponica Food Sense realizzata all’interno della sede milanese.

Per chi:
per pianificatori urbani, insegnanti, policy maker, agricoltori tradizionali e agricoltori urbani, designer, ristoratori, caterer, studiosi di economia dell’agricoltura e tutti gli interessati all’approfondimento del tema.

 

Si prega di registrarsi compilando il modulo in questo link:

http://events.feem.it/food-sense-il-vertical-farming-a-supporto-della-citta-sostenibile/